In evidenza


A Piedi nudi nelle Storie (Testo e Fotografie)

Andare dallo Psicologo? “Roba da matti”

“La creatività consiste nel mantenere nel corso della vita qualcosa che appartiene all’esperienza infantile, la capacittà di creare e ricreare il mondo”. Donald Winnicott

Autori: Fabiola De Paoli & Marina Caccia

Formato: cm. 20×21

Le stagioni di Cristina

Autore: Arduino Baietto

Prefazione: Giovanni Tesio

Dopo la prima prova, Il sale delle capre, dove si narrava le storie più che la storia di una comunità, ecco che giunge questo secondo libro narrativo, che a quella prima preda resta attaccata, ma che si è fatta ad un tempo sviluppo e compimento.

Mentre nel primo libro, la comunità viveva delle sue imprese più o meno realistiche qui la comunità resta sullo sfondo. Non che non ci sia, c’è eccome, ma resta a fare da quinta a una storia sviluppata dentro e fuori. La storia di una donna calata in un tempo memoriale di inenarrabili lontananze antropologiche e ambientali, e attraverso la storia di questa donna, la storia di un mondo che non solo non c’è più, ma che stentiamo oggi ad accettare o comprendere che sia mai esistito.

Quella donna lì resta in ogni caso una donna esemplare, per più versi.

Cristina racconta le stagioni della sua vita e nel trascorrere del tempo vede cambiare il suo mondo. Quel mondo fatto di lavoro duro, di parsimonia, ma anche di solidarietà e di amicizia, lei lo vede nella stagione bella della famiglia giovane, poi sconvolto dal vento della guerra e della Resistenza, fino alla stagione malinconica del tramonto.

È lei la montagna che, nell’abbandono, muta attende con infinita speranza un ritorno.

INTRECCI E ATTRAVERSAMENTI. Sfide per il Futuro

Riflessioni a Partire dai disvelamenti della pandemia

di AA/VV: Psicologi in divenire
Prefazione di Eugenio Borgna – Giovanna Cantarella
Psicologi in divenire: Marella Basla, Luz Cardenas, Anna Disabato, Milena Giacobbe, Raffaella Pasquale, Marinella Pennestrì, Giuliana Ziliotto

Il libro nasce dalle riflessioni di un gruppo di psicologi che durante la pandemia hanno sentito la necessità di scambiarsi sentimenti e pensieri utili per capire il presente e per rappresentarsi un futuro possibile ed auspicabile.
Vi troverete le correlazioni tra singolo e società e tra singolo ed istituzioni, indagate con sguardi
diversi derivati dalla psicoanalisi, dalla psico-socio-analisi e dalla ricerca clinico-teorica sui gruppi.
Sono stati presi in esame cinque ambiti istituzionali (sanità, scuola, RSA per anziani, RAF per disabili, area forense) e sono emerse luci e ombre. Il libro aiuta ad accogliere il presente per individuare cosa è già futuro e come provare a far germogliare le consapevolezze che sono emerse, perché la pandemia ha reso visibile quello che prima era nascosto.
Ora non ci troviamo più in situazione di emergenza ma in quella di urgenza. Speriamo che queste riflessioni orientino e diano la forza ai singoli e alle istituzioni di cambiare direzione verso la gestione di problemi già presenti prima di questa emergenza sanitaria mondiale.

Sommario

  • Prefazione Eugenio Borgna  Giovanna Cantarella
  • Introduzione Marella Basla, Luz Cardenas, Giuliana Ziliotto
  • Agire nella complessità tra agiti e sensemaking Luz Cardenas, Giuliana Ziliotto
  • Attraversamenti: concetti utili ad attivare funzioni psichiche adatte per affrontare il cambiamento Raffaella Pasquale
  • Attraversare il cambiamento fenomeni sociali e movimenti psichici Marella Basla, Luz Cardenas, Giuliana Ziliotto
  • Diritti sospesi Anna Livia Pennetta
  • La sanità in tempo di Covid Luz Cardenas, Giuliana Ziliotto
  • Scuola: è ora di imparare la lezione Raffaella Pasquale
  • Il mondo della disabilità. Invisibili tra gli invisibili Milena Giacobbe  
  • RSA: attraversamenti Luz Cardenas
  • Resistenza al cambiamento: dinamiche gruppali in una dimensione istituzionale-forense  Marella Basla, Marco Gaeta, Giuliana Ziliotto
  • In questa storia non c’è nessuna certezza. Possiamo solo raccontarla Giuliana Ziliotto
  • Alcuni concetti-chiave emergono trasversalmente in tutti i contesti esaminati Anna Disabato, Marinella Pennestrì



shadow