Ignoranza Pura

Ignoranza pura

di Christian Bassi
Prezzo di copertina: 12,00 
4.88 out of 5 based on 43 customer ratings
(66 recensioni dei clienti)

Scegli il prezzo per la donazione a partire da 10.00 € per avere un libro in omaggio comprese le spese di spedizione.
Se vuoi donare qualcosa in più per sostenere l'associazione è a tua discrezione.

Condividi

Email

Nella piccola provincia novarese a Ghemme, all’inizio degli anni duemila, Christian Bassi è un ragazzo estroverso, un po’ “spaccone” con due grandi passioni: la musica e il basket. Passioni forti, a tratti fanciullesche, come il suo modo di rapportarsi alla vita: un lavoro tranquillo da operaio, gli amici, le serate in discoteca, le ragazze, il campionato giocato nella squadra del paese, allenamenti, battute di spogliatoio e sano campanilismo verso gli avversari, soprattutto quelli dei vicini centri. E lui, il ‘Gallo’, come lo chiamano tutti, non si tira indietro a giocare il suo ruolo, aperto alla vita, allo scherzo, alla risata, al centro dell’attenzione.

Poi un giorno comincia a cambiare qualcosa, qualcosa che mina la forza e la salute del suo fisico e di cui non si riesce a capire la causa. E allora inizia un percorso che precipita poco a poco, in un teso scuotimento fisico ed emotivo, in un senso di smarrimento, dove le forze, quelle che sono la sostanza di una vita giovane, vanno perdendosi.

Nell’estate del 2001, dopo circa due anni di distanza dai primi sintomi, a Christian viene diagnosticato un linfoma di Hodgkin, una forma tumorale maligna. Inizia per lui un nuovo campionato, concomitante con quello della sua squadra di basket; ma se nella pallacanestro, fiaccato fisicamente dai devastanti cicli chemioterapici, gli spetta solo stare in tribuna a tifare per i compagni, nella lotta contro quell’intruso nel suo organismo le partite sono quotidiane, il punteggio è sempre in bilico e fino alla fine del torneo non si sa come andrà. Sono lunghi mesi, difficili, in cui la forza positiva del ‘Gallo’ è messa a dura prova; ma anche dove gli amici di sempre, la famiglia, tutte le persone vicine che lo circondano assumono una tonalità diversa e i tratti di una nuova autenticità lumeggiano tra le pieghe della quotidianità. E soprattutto sono mesi in cui Christian – che vuole vivere come ha sempre vissuto, con un pizzico d’incoscienza come una follia – entrato nel turbine dalla leggerezza spensierata di una vita normale, incontra se stesso e nel duro confronto con le domande esistenziali che emergono urgenti, ne esce carico di un nuovo senso di responsabilità. Sempre più allenato e forte per affrontare quello strano campionato, fino all’ultima partita… vittorioso!

 

ISBN:

9788890873003

Anno:

2013

Numero di Pagine:

240

Catalogo:

Collana: Narrazione autobiografica

66 reviews for Ignoranza pura

  1. 5 out of 5

    Ho finito il libro…e un po’ mi dispiace, succede sempre quando il libro è speciale! Questo poi aveva protagonisti, luoghi e situazioni che conosco…bravo! Come uomo, come atleta e come scrittore!

    ()

  2. 5 out of 5

    Ciao, ho finito meno di un minuto fa il tuo libro, ho ancora un po’ di lacrime che stanno scendendo. Non sono di tante parole, COMPLIMENTI per il libro e per la partita!

    ()

  3. 4 out of 5

    Ho letto il tuo libro…posso solo dire che hai avuto uno spirito che non ha eguali!
    Complimenti.

    ()

  4. 5 out of 5

    Due ore il tempo di divorare il tuo libro… Complimenti!

    ()

  5. 5 out of 5

    Ciao Christian, complimenti per il tuo libro! Sono rimasto abbastanza sorpreso quando ho visto che mi avevi citato! Ebbene si…sono il numero 12 con cui hai avuto a che fare durante i numerosi incontri Varallo-Ghemme. Sono venuto a conoscenza del tuo libro tramite Dea. Parlando gli ho chiesto: ” Ale, ma l’autore del libro non è quel ragazzo di Ghemme con cui ci eravamo presi sotto?”
    “Esatto, è proprio lui”.
    È vero Christian, a 17-18 anni si è immaturi, il nostro siparietto me lo ricordo come se fosse successo ieri e mi è stato di grande insegnamento. In un’altra partita contro Domodossola, un ragazzo sui 35 mi ha provocato tutta la partita…ho subìto per tutti e 4 i quarti, quando alla fine mi sono tolto la soddisfazione di esere stato il miglior marcatore e di non avere risposto alle provocazioni, si è avvicinato e mi ha detto: ” beh 12, complimenti!”
    Come ci siamo chiariti secoli fa, ti ribadisco il mio pensiero: ho imparato la lezione!
    Spero di ritrovarti su un campetto con la maglia n.11 e magari sentirti urlare: “il 12 lo marco io!”
    Ti faccio tanti auguri e un grosso in bocca al lupo

    ()

  6. 5 out of 5

    I miei complimenti per il tuo libro che mi ha commosso molto ma anche fatto sorridere. Sei stato veramente bravo..grazie per avermi regalato questa grande emozione.

    ()

  7. 5 out of 5

    Ciao Chri, grazie… Il tuo libro mi ha fatto ridere, piangere , capire il vero significato di amicizia…e quanto sia importante a volte l’ignoranza pura! Sono contenta di averti conosciuto meglio attraverso il tuo libro. Ti voglio un mondo di bene.

    ()

  8. Ciao Gallo, non mi sono privata del piacere di acquistare il tuo libro e soprattutto di leggerlo. Mi sono commossa quando ho letto il capitolo ‘l’occhiolino dell’angelo’. Complimenti per la tua vittoria, per ciò che hai scritto e per tutte le fantastiche persone di cui hai saputo circondarti. Voglio anche leggere e ascoltare i titoli che ti accompagnano nella tua vita per riuscire ad assaporare e crescere come hai fatto tu. Conoscendoti di persona è strano come possa crearsi una specie di intimità leggendo il tuo trascorso, come se tu ti fossi confidato con me. Sarebbe stato bello se l’avessi scritto un po’ prima, mi avrebbe aiutato molto ad affrontare la malattia e la prematura perdita della mia giovane mamma. Sicuramente mi aiuterà in futuro. Ancora grazie!

    ()

  9. 5 out of 5

    Ciao Christian prima di tutto tu volevo ringraziare per la copia del libro..e poi ti devo dire che è bellissimo e ti volevo fare i miei complimenti. Bravo veramente!

    ()

  10. È da quando l’ho finito che penso a come dirti ciò che ho provato leggendo il tuo libro…non sono brava in queste cose perciò ti dico solo che sono felice di averti rivisto e molto di più che tu abbia vinto. Sono orgogliosa di te (il libro è meraviglioso).
    Ti abbraccio forte forte.

    ()

  11. 5 out of 5

    Ovviamente mi è piaciuto moltissimo, mi ha a tratti divertito, a tratti commosso e a tratti fatto arrabbiare…
    Chri, siete una banda di pazzi!!

    ()

  12. 5 out of 5

    Ciao, non ti conosco personalmente anche se forse ci siamo affrontati durante il tuo ultimo campionato. Ho trovato per caso il tuo libro in libreria e dopo aver letto la trama non ho esitato a comprarlo. Il modo in cui hai saputo affrontare la malattia e la tua capacità di descriverla mi hanno dato molto. La tua forza sarà sicuramente un insegnamento che cercherò il più possibile di far mio di fronte ad ogni sfida quotidiana. Complimenti e in bocca al lupo per tutto!

    ()

  13. 5 out of 5

    Letto in due giorni, bellissimo! Nella tua storia ho trovato tutte le risposte a quelle domande che mi facevo su cosa dire o come dovrei comportarmi davanti ad una persona malata. È stato davvero molto emozionante, hai toccato il fondo dell’anima. Sei stato molto coraggioso durante la malattia ma forse anche di più nel raccontarla. Il tuo libro è una pillola di ottimismo.

    ()

  14. Da tempo non trovavo il tempo per leggere…poi il tuo libro…l’ho divorato in due sere!! Complimenti per tutto, per aver scritto e pubblicato un libro, ma soprattutto per come hai giocato la tua partita, un grande o forse dovrei dire…un gallo!!

    ()

  15. Non è un libro, è una storia vera, vissuta e combattuta, che fa riflettere, poi incazzare, poi piangere, poi ridere e alla fine commuovere per la gioia della vittoria! Ad un cero punto ti trovi trascinata in quelle pagine che descrivono anche la tua vita, in quei luoghi che ti porti nel cuore, con tutti i vari personaggi di una commedia che non dimenticherai mai… Tu non sei un lettore, lui non è uno scrittore, siete amici. Io non ho mai giocato a basket, ma nella boxe la prima cosa che ti insegnano è: ‘”su le mani e giù il mento”, per proteggerti prima di sferrare il tuo colpo migliore.
    Che dire Gallo…gran bel KO!!

    ()

Aggiungi una recensione